Così nei menu dell'Hotel Icaro e del ristorante si trovano le più famose specialità altoatesine, dagli "spatzle" di spinaci ai canederli alle pappardelle con il saporito sugo di selvaggina.
La chef Semi e la sua squadra danno molto spazio alla natura in cucina. E versatile com'è la natura, c'è sempre posto per una nuova creazione. "Al momento adoro la vellutata di erbe selvatiche con finferli. Mi piace, e quello che mangio volentieri mi riesce anche particolarmente bene," dice la simpatica chef con una risata. "La preparazione di un piatto inizia con la scelta degli ingredienti. La qualità si sente, e si percepisce anche quando qualcosa è preparato con amore". Tarassaco, ortica, timo selvatico, acetosa, alchemilla e trifoglio passano direttamente dal prato al piatto.