Tra vette e sentimenti.
Un tripudio di fiori, l'infinito dei prati.
Vi chiamo per nome, Dolomiti possenti.
E voi rispondete.


Lo sguardo vaga oltre i confini dei prati, dove le vette delle Dolomiti troneggiano, solleticando le nuvole. Il Sassolungo, il Sassopiatto, lo Sciliar, il gruppo del Sella – solenni risaltano all'orizzonte, stagliate contro il cielo, le più belle cime del patrimonio UNESCO, una visione di cui non ci si stanca mai, mentre le nuvole intrecciano una danza meravigliosa e il sole le dipinge di mille colori. Antichissimi giganti di roccia, in continuo cambiamento.

Freschi prati verdi, un morbido tappeto ondulato. L'Alpe di Siusi è l'altopiano più alto d'Europa. Forse anche il più bello? Incantevole, magico! Lì si erige lo Sciliar, la montagna delle streghe, sembra emergere dall'altopiano di quasi 60 km². E là, il vivace paesino di Castelrotto, con la maestosa torre della chiesa! Ma da noi, all'Hotel Icaro, regna la tranquillità. I rumori del traffico non arrivano, nella zona le auto non possono circolare. Silenzio. Solo le montagne, che lanciano il loro richiamo. E al centro, io.

Direttamente sulla pista di sci in inverno, direttamente sui sentieri escursionistici in estate l'Hotel Icaro è l'Hotel per chi vuole scoprire la montagna, passeggiare sui prati e godersi l'inverno, un campo base 4**** in mezzo alle montagne!